Contatore visite gratuito

Parrocchia S. Agostino Ventimiglia

Vai ai contenuti

Menu principale:

 

 Parroco Don Ferruccio Bortolotto tel. 0184-351415 mail donferruccio@diocesiventimiglia.it

 Orari delle sante messe Feriali; 09,00 - 18,00 
 Sabato ore 18.00 prefestiva. Festivi; 7,30 - 10,00 - 11,15 - 18,00 ORE 09.00 Chiesa provvisoria S. Antonio alle Gianchette
 Tutti i giorni Rosario ore 17.25
 Adorazione Eucaristica ogni 1° venerdì del mese dalle ore 17,00 alle 18,00 ed ogni terzo venerdì  dalle 19,00 alle 20,00 con riflessioni.   
 CONFESSIONI: tutti i giorniI 30 minuti prima delle S. Messe.




                                   


Avvisi settimanali dal 22 al 29 novembre 
 

      ----------------------------------------------------------------------------------------

Orario di ingresso dei gruppi di catechismo

Il primo incontro dei bambini in presenza è fissato per sabato 17 ottobre secondo un ingresso scaglionato, come da tabella.
L'uscita, per tutti, è fissata alle ore 11,30.
I genitori, per evitare il termoscanner e la trascrizione dei nomi, troveranno
i bambini all'interno della chiesa.

--------------------------------------------




      Iscrizione online al corso di preparazione al matrimonio


 
     Affidamento di Ventimiglia alla Madonna delle Virtù

      Benedizione della città
RESTAURO CONSERVATIVO E VALORIZZAZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SANT'AGOSTINO

La Chiesa di Sant'Agostino sorge nel cuore della "città' moderna", nella piana delimitata a ovest dalla rocca della Ventimiglia medioevale e ad est dall'antico sito della romana Albintimilium, che ebbe un'importante espansione solo a partire dall'Ottocento: fino a tutto il XIV secolo, infatti, nell'area esisteva solamente una cappella dedicata a San Simeone, ad uso della piccola comunità insediatasi nel luogo detto "Bastia". Era questa la situazione quando nel 1487 gli Agostiniani Scalzi fondarono, il 7 marzo di quell'anno, il convento di Nostra Signora della Consolazione sulla piana ad oriente del Roja, nella località che in seguito avrebbe assunto la denominazione popolare di "U Cuventu", destinato a diventare un brillante centro di vita religiosa e culturale. Grazie al contributo dei Ventimigliesi il complesso venne costruito in soli tre anni e benedetto dal vescovo nel 1490. Tra il 1656 e il 1661 venne innalzata l'ala occidentale del convento per far posto alla biblioteca del ventimigliese Padre Angelico Aprosio (1607 - 1681), la prima biblioteca della Liguria aperta al pubblico, contribuendo a elevare culturalmente il complesso che raggiunse la massima importanza tra XVII e XVIII secolo.
Per tutto il corso del Seicento le famiglie nobiliari del luogo promossero iniziative volte all'erezione di cappelle giuspatronali di cui, dopo il rifacimento della chiesa avvenuto alla fine del secolo scorso, restano soltanto le cappelle di Sant'Agostino (o Cappella Galleani) e di San Nicola da Tolentino ai lati del presbiterio ma numerose altre cappelle, delle quali non rimane più traccia, furono costruite nel XVI e XVII secolo per ospitare sepolcreti di famiglia.
Nel 1887 il terribile terremoto che devastò gravemente l'estremo ponente ligure, danneggiò seriamente anche la chiesa di S. Agostino che dovette essere chiusa e temporaneamente sostituita con una cappella in legno.
A seguito degli interventi di consolidamento e restauro resisi necessari dopo il terremoto e conclusisi nel 1890, la chiesa subì una completa trasformazione pittorica dell'interno secondo lo stile neogotico del tempo, con la mutazione del titolo di alcuni altari e l'abbattimento di altri. In particolare durante la prepositura del parroco don Semeria (1919/1937) vennero realizzati gli affreschi del pittore Luigi Morgari e venne collocato il gruppo statuario che domina l'altare maggiore.
L'ultimo ingente danno venne provocato dal conflitto della Seconda Guerra Mondiale, quando la notte del 12 agosto 1944, un bombardamento aereo minacciò la stabilità della chiesa, costringendo il parroco Don G. Orengo a chiuderla per lungo tempo. Con i lavori di restauro e ricostruzione avviati tra il 1945 e il 1958 la chiesa, pur mantenendo l'aspetto architettonico originario, ha assunto una fisionomia più recente nella decorazione e nella parte figurativa degli interni.
Il progetto che vi chiediamo di sostenere concerne le operazioni necessarie alla bonifica dall'umidità delle murature e al restauro conservativo e alla valorizzazione degli apparati decorativi delle navate e della facciata, costituiti da un insieme stratificato ma organico di dipinti murali, elementi in stucco, opere in pietra e in intonaco, al fine di garantire il mantenimento del sistema di segni e significati ad esso sottesi, trasmettendolo il quanto più possibile integro alle generazioni future.

Progetto restauro conservativo e valorizzazione; architetti Mirella Scianda e Francesca Buccafurri.

Progetto elettrico e illuminotecnico; ingegneri Carlo Zunino e Marcello Crispiatico.

Consulenza illuminotecnica: Ambiente Luce srl Cuneo

PER OFERTE E CONTRIBUTI: Parrocchia San Agostino Ventimiglia Cod. Fisc. 81012030086
Codice iban: UBI BANCA IT45D0311149110000000001271

Sarà possibile, quando avremo l’autorizzazione della Soprintendenza, poter fare offerte deducibili. 

 
Torna ai contenuti | Torna al menu